Moda Patchwork: il must have delle prossime stagioni

0

Chi segue la moda sa che la stagione invernale e quella primavera estate 2019 hanno un protagonista fondamentale: il colore in tutte le sue forme. Il minimalismo e lo stile monocromatico degli scorsi mesi e delle precedenti collezioni infatti sono stati sostituiti da combinazioni di colore sgargianti e fantasiose.
C’è bisogno di energia, di allegria e di buon umore. A trionfare è specialmente la moda patchwork, un ricco insieme di geometrie, tagli e colori, diventato una costante di tutte le collezioni dei grandi brand della moda.

La moda patchwork dagli anni ’90 ad oggi

Ma che cos’è il patchwork? Per chi non lo avesse mai sentito nominare, si tratta di ritagli di stoffa con dimensioni e forme differenti che, assemblati in modo creativo, formano uno schema di colori, stampe e forme originali su capi di ogni genere. Si va da cappotti alle giacche, dalle magliette ai pantaloni fino alle borse, perché niente sembra essere off limits in questo accostamento dalle mille forme.

Il patchwork poi a dire il vero non nasce affatto oggi. Le prime tracce di questo stile risalgono infatti all’epoca dei nativi americani e dei pionieri. Andando più lontano, il patchwork veniva utilizzato molto anche nella moda giapponese.
In Italia e in generale nel mondo della moda occidentale il patchwork è diventato uno stile mainstream e cool solo negli anni ’90. Proprio in questo periodo, infatti, il patchwork si è imposto come un must dei fashionisti più eccentrici e si utilizzava su tessuti di tutti i tipi.

Nelle prossime stagioni invece la moda patchwork ritorna in una versione completamente nuova, ripensata in modo interessante per avere un stile fresco e sbarazzino ad ogni età.

I nuovi trend della moda patchwork

La fantasia policromatica della moda patchwork è stata declinata dai fashion brand più famosi in forme diversissime tra loro. Tra queste spiccano per originalità cinque nuovi trend assolutamente imperdibili.
Il primo è il patchwork su denim. Il collage di pezzi di stoffa viene sovrapposto a jeans, soprabiti e camicie, creando degli schemi di colori tenui sui toni freddi e azzurrati del tessuto denim. I marchi come Dolce&Gabbana hanno puntato tutto sull’indaco e sulle altre tonalità di celeste per un effetto davvero interessante e giovanile.

Il secondo trend degno di nota è il degradè. Questo stile cromatico molto usato su abiti e gonne consiste in uno stacco progressivo dei colori che creano dei contrasti interessanti. Al terzo posto troviamo invece quello delle stampe. Le singole patches hanno stampe differenti e in alcuni casi trasgressive per incontrare i gusti di tutte le amanti del fashion. I brand che hanno seguito questa tendenza hanno puntato in modo particolare su uno stile western per dare un tocco d’altri tempi, vintage e d’effetto.

Il quarto trend è quello del patchwork color-block dalle forme geometriche. L’accostamento di colori in questo caso non è affatto casuale, ma studiato in modo da realizzare forme e geometrie che applicate sugli abiti vanno a scolpire in modo particolare il fisico di chi li indossa.
Infine, il quinto trend della moda patchwork è quello della seta stampata. Questo elegante e leggero materiale viene impreziosito con stampe ricche di fantasia e colore per creare un outfit elegante e ricercato.

<< LEGGI ANCHE: Come prendersi cura dei propri abiti preferiti >>

Share.