Il ritorno delle Kitten Heels

0

Le Kitten Heels sono un paio di scarpe con tacchetto corto e sottile, di solito da 3,5 cm a 4,75 centimetri con una leggera curva. Lo stile è stato diffuso inizialmente da Audrey Hepburn e più recentemente diffuso da Theresa May, Rachael Butler, Maria Kearns e Michelle Obama. Dalle classiche décolleté in pelle alle slingback con applique preziose, borchie e tessuti delicati,  dalle pumps con cinturino alla caviglia ai sabot satinati, le Kitten Heels si trovano sulle passerelle, riviste di moda e in commercio in una moltitudine di forme e colori. E proprio questa stagione, e quella passata, sono tornate sfavillanti e di moda.

Il ritorno delle Kitten Heels: una storia di scarpe

Introdotte alla fine degli anni ’50 e indossate con abiti formali e di moda classica, per giovani adolescenti perchè i tacchi più alti sarebbero stati considerati inusuali per le ragazze molto giovani e troppo provocatori per quell’età. Tuttavia, agli inizi degli anni ’60, sono diventate un must have alla moda per le donne più adulte e, infine, adatte per kitten heels scarpe leopardaogni fascia di età fino alla loro scomparsa alla fine degli anni Sessanta. Riemerse nuovamente negli anni ’80 insieme a tacchi più audaci, sono divenute nuovamente di gran moda dal 2003, ma non sono state utilizzate moltissimo a causa della preferenza per i tacchi a spillo. Adesso, è la stagione primavera-estate 2017 che rilancia ancora queste piccole e delicate scarpette con un nome indicativo tanto femminile. Considerate la duchessa di Cambridge, che favorisce un tacco molto conservatore, Michelle Obama nelle sue gonne al ginocchio e delicate Kitten Heels, Anna Wintour con il suo stile così accattivante o la miriade di personaggi famosi, come Alexa Chung, che le indossa con stampe leopardate firmate Valentino.

Il ritorno delle Kitten Heels: la femminilità

Il problema della loro comparsa e scomparsa ad intermittenza è la loro reputazione vecchio stile. Le Kitten Heels sono state a lungo un sostegno dei guardaroba delle donne over 60, che decisamentente hanno optato per questo modello per via della praticità. Originariamente progettate per le giovani donne che dovevano ancora imparare l’arte di passeggiare in tacchi alti, sono diventate molto popolari dopo che Audrey Hepburn le ha indossate: una donna che ha saputo rendere glamour anche un battito di ciglia.

Ma la motivazione per cui le Kitten Heels sono ritornate di moda è semplice: hanno un’aria delicata e chic, non causano dolore o mobilità compromessa. Sono eleganti e versatili. I tacchi bassi poi sono fantastici in abbinameto con i jeans a gamba dritta e a vita alta che tutte indossano al momento o con gonne a media lunghezza. Inoltre, sono meravigliose con una minigonna in stile anni “60-“80 e una semplice maglietta. Non credi?

Share.